Eccoci a parlare di un altro strano fenomeno nato anni fa ma diffuso solo di recente grazie a internet, the floor is lava challenge. Se volete sapere delle curiosità che sicuramente non conoscete su questa cosa come per esempio l’origine allora guardatevi il video. Ma prima mettete mi piace alla nostra pagina facebook ufficiale e seguite infinitonow su instagram cominciamo!

1. Cos’è?

Sicuramente alcuni si staranno chiedendo, ma cos’è? come funziona? beh cominciamo con ordine allora. Spieghiamo cos’è di preciso. The floor is lava è semplice, voi dovrete dire “The floor is lava” in qualunque momento e gli altri dovranno trovare un posto dove mettersi che non sia il pavimento o la strada sulla quale stanno camminando, appunto queste zone diventeranno immaginariamente lava. Ma non solo, c’è una parte che nessuno conosce è che rende il gioco più emozionante. Si può scegliere di ideare un percorso sul momento e far in modo che il giocatore lo attraversi senza mai toccare terra. Magari attraversare la strada in qualche modo e passare dall’altro marciapiede. Ah e quando avrete detto floor is lava dovrete dare massimo cinque secondi di countdown al vostro amico o amica. Se in quel lasso di tempo non riuscirà a trovare una zona dove mettersi avrà perso. Andiamo avanti.

2. Le origini

Secondo il sito Know your Meme la vera diffusione c’è stata grazie alla foto che potete vedere di questo ragazzo che prova a fare l’acrobata a scuola evitando il pavimento in ogni modo. Per alcuni giorni è stata photoshoppata moltissimo fino ad avere il nome di floor is lava. Ma non è questa la vera origine. In realtà risale a molto molto tempo fa. Al 1948. Eh si vecchiotto. In un racconto di un certo Roald Dahl chiamato “The Wish” appunto del 1948 un bambino si ritrova a immaginare che sul suo tappeto ci siano serpenti pericolosi e carboni ardenti.  il 6 ottobre 2002 il webcomic Toothpaste for dinner carica un fumetto  con un omino in piedi su un tavolo e sotto la scritta “The floor is made of lava”:

3. Diffusione

Ma ovviamente bisogna capire come si sia diffusa questa cosa visto che un semplice gioco del genere è strano che abbia avuto una successo del genere! Come detto prima c’è stato il ragazzo acrobata a dare una bella spinta al meme ma c’è altro.  Prima di lui nel 2011 alcuni negozi hanno cominciato a vendere dell t-shirt con la scritta “warning. the floor is lava”. Dopo questo nel 2012 due utenti di un sito di flash games di nome kongregate ha ideato un giochino strano dove bisognava evitare di far toccare al proprio personaggio il pavimento. E alla fine finalmente arriva il nostro ragazzo acrobata che grazie alla diffusione su facebook e di un certo pewdiepie ha conosciuto il successo dando via a una moda incredibilmente strana. Qua in italia è iniziata ufficialmente con i pantellas che hanno fatto una simpatica compilation con tanti fail anche.

4. Pericolosità

Tutti stanno prendendo molto alla leggera sta cosa, ma come per ogni meme esistono due facce della stessa medaglia. The floor is lava challenge è pericolosa ragazzi, state attenti a dove e quando la cominciate e valutate bene se dire quella frase o se stare al gioco e saltare cosi a caso da qualche parte. Molti sono i fail trovabili su internet e nonostante siano fatti per ridere alcuni si sono anche fatti un pochino male. Addirittura una ragazzina di 13 anni ha cominciato il gioco dicendo a suo fratello che tutta la loro casa era lava, il fratello di soli 8 anni è corso fuori per strada come un matto ma fortunatamente non ci sono stati feriti visto che quel giorno la strada era vuota. La madre trovandolo ha cominciato a piangere e diffondere un messaggio ai giovani di fare le cose con cognizione.

5. Gare

Pensate che ci sono pure delle gare ufficiali in varie parti del mondo, e tutto questo soltanto nell’arco di qualche giorno forse massimo una settimana. Ragazzi gare vere con veri premi. I partecipanti sono a numero chiuso e la gente deve andare avanti camminando per un percorso, ad un certo punto il giudice dirà the floor is lava e tutti dovranno trovare un posto dove stare. Ovviamente l’ultimo a rimanere vince. Qua in italia non esistono ste gare, che ne dite di cominciarle? mettete in palio due cosette da niente e invitate tantissimi amici per la vostra via di casa e magari che sia una zona poco affollata e senza troppe macchine e date inizio al divertimento.

Con questo concludiamo, lasciate mi piace alla nostra pagina facebook e seguiteci su infinitonow per altre novità. Alla prossima gente!

Rispondi